La classificazione del calcestruzzo ai sensi del regolamento CLP

Il 4 giugno 2013 l’Atecap ha organizzato un seminario gratuito a Roma, presso la sede di Ance, per informare le imprese produttrici di calcestruzzo associate e le imprese edili in merito agli esiti dello studio effettuato da un esperto super partes, la società Normachem Srl, sulla classificazione del calcestruzzo ai sensi del Regolamento n. 1272/2008 cosiddetto CLP.

Nel precedente numero di In Concreto si era già data notizia sull’esito dell’analisi della miscela calcestruzzo ai sensi del CLP. In base a tale analisi, effettuata per l’appunto da Normachem in collaborazione con il gruppo di lavoro Atecap, Aitec e Ance appositamente costituitosi per l’esame della problematica, il calcestruzzo è stato classificato come miscela pericolosa irritante.

Tale classificazione comporta da oggi in poi, principalmente, l’obbligo per le imprese fornitrici di calcestruzzo di consegnare ai propri clienti la Scheda Dati di Sicurezza (in formato cartaceo o elettronico) e di effettuare la registrazione della miscela nella banca dati preparati pericolosi dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Per semplificare le nuove prescrizioni a cui le imprese dovranno attenersi e in conclusione del lavoro svolto per circa un anno nell’analisi della problematica, l’Atecap ha inviato a tutte le proprie associate:
la Guida operativa che contiene indicazioni sugli adempimenti da seguire in base al CLP, nonché un modello di Scheda Dati di Sicurezza per la miscela calcestruzzo;
• la Guida per l’utente realizzata dall’ISS su come effettuare la registrazione nella banca dati, personalizzata dagli uffici dell’Atecap con alcuni consigli specifici per il calcestruzzo.


La Guida operativa e la Scheda di Sicurezza sono state illustrate nel corso del seminario del 4 giugno u.s., il quale è stato aperto da Valentino Nicolì, Coordinatore del “Gruppo di Studio Problemi della sicurezza sul lavoro” di Ance e da Paolo Messini, Presidente della Commissione Ambiente e Sicurezza Atecap.
In tale occasione è stata effettuata in sala una simulazione di una registrazione in banca dati ISS da parte di Marcello Longo, del Centro Sostanze Chimiche dell’ISS. Inoltre Maristella Rubbiani, responsabile del Centro Nazionale Sostanze Chimiche, ha fornito ai presenti una ampia illustrazione delle normative di riferimento (Direttiva 1999/45/CE e CLP).

Sul sito web dell’Atecap (www.atecap.it) sono disponibili le presentazioni del seminario.

L’Associazione raccomanda alle imprese fornitrici di calcestruzzo di iniziare il prima possibile a fornire la Scheda di Sicurezza del calcestruzzo ai propri clienti e di effettuare a stretto giro la registrazione nella banca dati dei preparati pericolosi.