Un massetto come un biliardo? La planarità è un requisito importante per la posa delle grandi lastre di ceramica

Il massetto solitamente non costituisce di per sé la finitura calpestabile del sistema pavimento ma funge piuttosto da supporto per la successiva posa di un rivestimento, che può essere di varia tipologia.

Ceramica, pietra naturale, legno, moquette e LVT sono i materiali che tipicamente rivestono il nostro massetto e sono questi materiali di finitura che in base alle loro esigenze specifiche dettano le regole per le caratteristiche del massetto stesso.

Il legno, in particolare, richiede una bassa umidità residua, ma anche la posa a colla di pietra naturale o ceramica non permette un’elevata umidità residua.

Vengono inoltre prescritti, dalle norme dedicate a questi materiali, dei requisiti piuttosto importanti in termini di planarità del massetto.

Per la posa delle grandi lastre è necessario un supporto planare

Basti pensare che la UNI 11493-1 per la posa della ceramica richiede per le grandi lastre un sottofondo con uno scostamento della planarità di soli 1,5 mm su una lunghezza di 2 metri.

E’ come dire che dovete realizzare un “tavolo da biliardo” piuttosto che un massetto con le sue normali tolleranze da cantiere ...

D’altronde, dal punto di vista del posatore di ceramica di grande formato, esiste una reale esigenza di avere un supporto estremamente planare per poter garantire la posa a letto pieno delle delicate lastre XXL senza correre il rischio di disomogeneità nella distribuzione dei carichi.

Mission impossible?

schluter-ditra-posa-grandi-lastre.jpg La posa delle grandi lastre è una nuova sfida anche per chi deve garantire un supporto con estrema planarità come viene richiesta dalla UNI 11493-1 (Foto Courtesy by Technoriunite)

Correggere le tolleranze del massetto con le guaine di desolidarizzazione preformate Schlüter®-DITRA

Vengono in aiuto le guaine di desolidarizzazione preformate che grazie alla loro struttura tridimensionale e alla doppia stesura di colla sotto e sopra, permettono di correggere al meglio le maggiori tolleranze del massetto.

Queste guaine, come ad esempio la guaina Schlüter®-DITRA della multinazionale tedesca Schlüter- Systems, offrono poi altri benefici per garantire una “buona convivenza” tra massetto e rivestimento finale.

Le guaine “Schlüter®-DITRA” per esempio permettono anche uno sfogo della pressione vapore e concedono così la posa di ceramica o pietra naturale su massetti non ancora stagionati con elevata umidità residua e favoriscono la distribuzione omogenea dei carichi dal rivestimento verso il sottofondo.

schluter-ditra.jpg La particolare geometria della guaina Schlüter-DITRA favorisce una corretta distribuzione dei carichi al supporto

Realizzare un massetto come un biliardo per la posa delle grandi lastre rimane una sfida ardua. Ma grazie all’utilizzo di moderne guaine di separazione si può comunque garantire un supporto con elevata funzionalità offrendo così alla committenza la tranquillità di un “sistema pavimento” in perfetta adesione planare tra i singoli strati.

>>> www.schlueter.it