Asseverazione nel settore delle costruzioni edili: la UNI/PdR si trasforma nella UNI 11751-1

Sicurezza sul lavoro: a disposizione delle imprese una norma che definisce le modalità di asseverazione nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile

La UNI/PdR sull’asseverazione nel settore delle costruzioni edili diventa la norma la UNI 11751-1

UNI.jpgE' stata pubblicata lo scorso 11 luglio la norma UNI 11751-1Adozione ed efficace attuazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della salute e sicurezza sul lavoro (MOG-SSL) – Parte 1: Modalità di asseverazione nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile”.

Nata grazie all’esperienza maturata con l’applicazione da parte del mercato di una delle prime prassi di riferimento, la UNI/PdR 2 pubblicata nel 2013, la norma – elaborata dalla Commissione tecnica “Sicurezza” – definisce il processo per lo svolgimento del servizio di asseverazione erogato dagli Organismi Paritetici (OP) nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile, utile per attestare l’efficace adozione dei MOG-SSL da parte delle imprese.

Che cos'è l'asseverazione 

L’asseverazione rappresenta una scelta volontaria dell’impresa edile, prevista dal "Testo Unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro" (Art. 51 D.Lgs. 81/08 e s.m.i), che attesta l’adozione di un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

La trasformazione della prassi di riferimento UNI/PdR 2 in norma tecnica è una prima e significativa conferma di quel circolo virtuoso che consente al mondo della normazione di avvicinarsi