I pavimenti industriali con la tecnologia a cristallizzazione PENETRON®

16/07/2019 2268

Le finiture superficiali delle pavimentazioni industriali sono considerate generalmente degli “strati di sacrificio”, tuttavia, non possono prescindere dall’essere ben realizzate, con materiali di qualità, in quanto, in relazione al loro specifico utilizzo, devono possedere determinate caratteristiche intrinseche e prestazionali.

Spessore, resistenze meccaniche, durezza superficiale, resistenza agli aggressivi chimici, sono le variabili rilevanti. La tecnologia PENETRON®, con il suo effetto cristallizzante, a seconda delle esigenze e delle priorità che derivano dalla funzione, è utilizzata sia nelle fasi di realizzazione, sia nelle fasi di finitura delle pavimentazioni industriali, permettendo di evitare ulteriori costi per lavorazioni aggiuntive.

penetron-spolvero1-1.JPG

Non si tratta, infatti, di trattamenti in adesione con il supporto, ma in fusione con esso, grazie all’effetto della “cristallizzazione secondariadell’elemento solubile della matrice in calcestruzzo (trasformato in cristalli di silicato idrato di calcio CSH non più solubili), che dona alla pavimentazione anche un effetto curing, essendo un materiale ritentore d’acqua, anti-evaporante ad effetto ritardante superficiale, per favorire una stagionatura ottimale della pavimentazione.

Un’unica tecnologia, che riesce a garantire la massima impermeabilità strutturale e, al contempo, a migliorare le caratteristiche meccaniche e di resistenza chimico-fisica superficiale, assicurando alla pavimentazione l’esclusivo fenomeno del “self-healing” (autocicatrizzazione delle fessure statiche da ritiro di ampiezza fino a 400 micron, con ripristino delle prestazioni meccaniche).

I prodotti della gamma PENETRON® per le pavimentazioni in calcestruzzo

PENETRON® ADMIX: additivo in polvere per il calcestruzzo, da aggiungere a secco nel nastro trasportatore o nella pesa degli inerti. Permette di ottenere un calcestruzzo strutturale reattivo, impermeabile e con effetto di “self-healing”, che garantisce alla pavimentazione un’elevata durabilità.

penetron-spolvero-3m.jpg

PENETRON® STANDARD: polvere da applicare fresco su fresco sul calcestruzzo nella fase di finitura, secondo due differenti modalità:

  • spolvero a secco dopo la staggiatura
  • con l’aggiunta di corindone o quarzo, applicato con elicottero

Grazie alla diffusione dei cristalli di silicato idrato di calcio nella matrice di calcestruzzo su cui viene effettuata l’applicazione, diventa un tutt’uno con il substrato, passando da trattamento superficiale a impermeabilizzazione e protezione massiva, garantendo una schermatura superficiale agli agenti aggressivi (in contatto continuo pH3- pH11), un aumento della resistenza meccanica e all’abrasione superficiale.

I prodotti PENETRON® non costituiscono barriera al vapore, lasciando traspirare le strutture.

PENETRON® STANDARD “a spolvero” per proteggere le pavimentazioni del Bioparco Zoom di Cumiana (TO)

Per evitare eccessive escursioni termiche, pur essendoci anche nella savana, il Bioparco Zoom di Cumiana, alle porte di Torino, si è dotato di una struttura a “paddok” riscaldata a 8-10°C, dove poter ricoverare quattro giraffe e due ippopotami che, pur avendo 5 cm di epidermide contro i nostri 4 mm, avrebbero potuto patire il rigido inverno europeo.

Essendo le deiezioni molto aggressive, si è utilizzato PENETRON® STANDARD “a spolvero” sulle pavimentazioni interne, particolarmente indicato per la sua resistenza agli attacchi chimici e alle classi ambientali più severe.

>>> CLICCA QUI Per maggiori informazioni su PENETRON® STANDARD “a spolvero”