Progetto ECONOMIA CIRCOLARE: Case history COLACEM

17/07/2019 1780

LʼEconomia Circolare: il progetto di Confindustria

Negli ultimi anni sia la società che l’imprenditoria italiana stanno acquisendo sempre più la consapevolezza che per uno sviluppo economico sostenibile sia necessario ricorrere a modalità che guardino simultaneamente all’aspetto tecnologico, all’aumento di produttività e a un uso più efficiente delle risorse di cui si può disporre.

L’economia circolare ha l’obiettivo di mantenere quanto più a lungo possibile il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse, riducendo la produzione di rifiuti al minimo. In tal modo, la sostenibilità e le performance dei processi produttivi crescono di pari passo, favorendo lo sviluppo di nuovi prodotti e tecnologie, a beneficio anche delle future generazioni.

L’Unione Europea ha ritenuto opportuno redigere un Piano d’azione proprio per agevolare la transizione verso un modello di crescita di tipo “circolare”, che l’industria italiana può dire di aver addirittura anticipato, valorizzando da tempo i residui produttivi e di consumo, ma occorre ancora impegnarsi e lavorare per portare in modo stabile e organico la cultura e le logiche “circolari” all’interno dell’intero sistema produttivo.

confindustria-economia-circolare.jpg

Obiettivi del progetto di Confindustria

Confindustria ha quindi sviluppato un’iniziativa ad hoc per lʼinformazione, lʼaggiornamento e la condivisione di esperienze e buone prassi, rivolta alle imprese e al management, attraverso azioni mirate che puntano a far emergere le opportunità legate al modello economico circolare, ad attivare dinamiche di knowledge-sharing ed a diffondere le best practice disponibili nel Paese.

Il progetto, realizzato con il sostegno dell’Associazione 4.Manager, si avvarrà del contributo di esperti provenienti dal mondo della ricerca e delle Istituzioni e prevede una struttura articolata, composta da una pluralità di iniziative tra loro interconnesse (workshop sul territorio e webinar online e un concorso per individuare le aziende best performer dell’economia circolare), con l’obiettivo di fornire informazioni, esempi e strumenti per l’aggiornamento sulle opportunità offerte dall’economia circolare e l’impatto che questa può avere sulle imprese e sull’intero sistema economico-produttivo.


logo-colacem.jpgCase history: COLACEM

Colacem SpA è una realtà industriale attiva nella produzione di cemento.

L’azienda, creata dalla famiglia Colaiacovo nel 1966, si è sviluppata sullo slancio di una cultura d’impresa moderna e innovativa, fino ad attestarsi oggi a terzo produttore in Italia.

La vision aziendale, improntata sulla sostenibilità, si fonda su un know-how organizzativo e tecnologico di rilievo.

Fasi del ciclo di vita su cui si è concentrato il progetto: Produzione

Colacem produce cemento. Si tratta di un'attività industriale che muove grandi volumi e proprio per questo altamente energivora e di forte impatto in termini di consumo di materie prime naturali. In linea con i principi dell’economia circolare, Colacem riesce in parte a limitare l’utilizzo di materie prime naturali, utilizzando nel processo produttivo materiali non pericolosi, che sono scarti di lavorazione di altri settori industriali.

L'economia Circolare è una grande opportunità

Lo ha evidenziato Fabrizio Pedetta, Direttore Generale di COLACEM, nell'intervista che si trova all'interno della pagina della Case History, che ha sottolineato come l'utilità ricada per l'intero sistema.

LINK all'area di CONFINDUSTRIA con le Case History