Come ripristinare le pavimentazioni industriali cedute e dissestate

11/09/2019 813

Resistenza all'usura e perfetta planarità sono caratteristiche fondamentali per le pavimentazioni industriali su cui insistono macchinari pesanti, macchine in movimento, scaffalature, impianti di lavorazione e silos che trasmettono vibrazioni costanti sulla struttura. Le forze che agiscono nel tempo, le sollecitazioni statiche e dinamiche e le perdite di fluidi nel terreno sono le cause principali del disturbo del terreno sottostante. La conseguenza è l'inevitabile dissesto e il cedimento della pavimentazione industriale. Questa fase si manifesta con fessurazioni e avvallamenti in superficie che compromettono il piano di lavoro, con conseguenti danni all'efficienza delle attività dello stabilimento.

Il metodo SOIL STABILIZATION

SOIL STABILIZATION™: la soluzione GEOSEC mini invasiva per non compromettere le attività industriali

Molte possono essere le attività colpite dal cedimento: industrie, magazzini, supermercati destinati al pubblico, aree aeroportuali e stradali. Il metodo SOIL STABILIZATION™ di GEOSEC® permette di consolidare il terreno sotto alla pavimentazione con iniezioni mirate di una speciale resina poliuretanica ad espansione rapida. L'intervento avviene in modo rapido e mini-invasivo. Non sono necessari scavi e demolizioni, non c'è necessità di spostamento di macchinari e attrezzature pesanti, non serve allestire cantieri lunghi che possano rallentare eccessivamente l’attività dell’azienda. 

Alla base del metodo SOIL STABILIZATION™ c’è la resina MAXIMA®, prodotta in esclusiva per GEOSEC® da qualificate multinazionali del settore, che permette di intervenire in modo attento e rispettoso dell’ambiente. Il terreno, anche dopo il trattamento di iniezione, infatti, rimane non inquinato.

Grazie ad una griglia di iniezioni opportunamente progettate si potranno recuperare i cedimenti differenziali e la portanza necessaria del terreno.

Tutte le attività di iniezione vengono svolte sempre sotto il controllo di un livello laser di precisione, per monitorare costantemente gli effetti desiderati.

 Il metodo SOIL STABILIZATION

In caso di cedimento delle pavimentazioni industriali, gli obiettivi dell’intervento di GEOSEC® sono il consolidamento del terreno per la messa in sicurezza dell’area ceduta e per il recupero delle capacità portanti dell’infrastruttura. In alcuni casi, quando le condizioni lo consentono, è possibile pianificare anche il recupero della planarità originaria della struttura.

Le fasi dell’intervento del metodo SOIL STABILIZATION

L'intervento di GEOSEC comincia con attente analisi preliminari e rilievi nelle aree interessate alle iniezioni. Si eseguono così indagini di rilevamento di impianti tecnologici interrati o occultati che potrebbero interferire con le iniezioni.
Con il metodo SOIL STABILIZATION™ sono previste anche indagini di tomografia 4D LIVE, per rilevare e mappare il terreno al di sotto delle zone di pavimentazione ceduta.
Identificata l’estensione e i dislivelli altimetrici rispetto alle superfici non cedute, si potrà pianificare anche un eventuale sollevamento fintanto che le strutture di pavimentazione lo consentiranno.
Terminata la fase di rilievo, si passa alla fase di preparazione. I tecnici specializzati GEOSEC realizzano dei fori di iniezione nella pavimentazione, mediante trapani elettrici manuali e punte adeguate per perforare fino alle profondità necessarie.

Le fasi dell’intervento del metodo SOIL STABILIZATION

Infine, si passa alla fase di iniezione della speciale resina, che viene iniettata proprio al di sotto delle depressioni rilevate attraverso piccoli tubi in metallo a perdere nel terreno.
Gli operatori GEOSEC® tengono sotto costante monitoraggio il sottosuolo, sia attraverso la tomografia di resistività elettrica 4D, che attraverso laser di precisione.
Infine, laddove la struttura di pavimentazione lo consentirà, verrà effettuato il sollevamento controllato delle strutture cedute punto per punto, con ricerca della planarità originaria della superficie inizialmente depressa.

Le fasi dell’intervento del metodo SOIL STABILIZATION

Il metodo SOIL STABILIZATION™ consente iniezioni di resine mirate anche in prossimità dei giunti di lastre di pavimentazioni industriali per eliminare salti e gradini di dislivello anche centimetrico. Queste zone di maggior debolezza vengono così rinforzate in modo adeguato per una continuità della planarità delle lastre della pavimentazione industriale.

Le soluzioni GEOSEC sono adatte anche per rinforzare i punti di appoggio di carichi concentrati sulle pavimentazioni industriali. Per questo sono numerose le attività che hanno risolto i problemi di cedimento delle pavimentazioni industriali con l’iniezione di resine SOIL STABILIZATION™. 

Consulta il sito di Geosec per contattare un tecnico specializzato.