Le porte scorrevoli Scrigno comprano Costruzioni Chiusure Ermetiche

Scrigno, leader mondiale nella produzione e vendita di controtelai per porte e finestre scorrevoli a scomparsa e di porte blindate, controllato da Clessidra sgr, ha rilevato il 100% di Costruzioni Chiusure Ermetiche srl.

A vendere è stata la famiglia Geron, assistita da Grant Thornton Financial Advisory Services. Il closing dell’operazione è previsto per fine ottobre.

Chi è CCE - Costruzioni Chiusure Ermetiche

Fondata nel 1980 da Luigi Geron, presidente dell’azienda con sede a Villa del Conte (Padova), Cosrtruzioni Chiusure Ermetiche progetta, produce e distribuisce guarnizioni e accessori in grado di aumentare le prestazioni dei serramenti, in termini di risparmio energetico, isolamento acustico, resistenza agli agenti atmosferici e al fuoco. Guidata da Luca Geron, direttore generale e figlio del fondatore, la società realizza un fatturato di circa 11 milioni di euro, di cui il 40% all’estero, grazie a una presenza in oltre 30 paesi.

Chi è SCRIGNO

porta-scrigno.jpgFondata da Giuseppe Berardi nel 1989, Scrigno ha sede a Sant’Ermete, nel comune di Santarcangelo di Romagna (Rimini), dove occupa un’area di 50.000mq.

Il gruppo è oggi presente in oltre 30 Paesi del mondo con filiali commerciali in Italia, Francia, Spagna, Germania e Repubblica Ceca. Vanta 270 dipendenti e 400 mila controtelai prodotti ogni anno. Scrigno è inoltre attiva nel settore della sicurezza tramite la controllata Master, con una produzione di oltre 30 mila porte blindate all’anno nel sito di Piacenza, che si estende su 20.000 mq.

Clessidra, tramite il fondo Clessidra Capital Partners 3, è entrata nel capitale del gruppo nel maggio 2018.

Nel corso del 2018 la società ha acquisito e integrato uno dei suoi fornitori, riorganizzando la produzione in due stabilimenti: la Fabbrica 4.0, automatizzata e destinata alla produzione in serie; la Sartoria, riservata ai prodotti speciali e su misura.

Dal marzo di quest’anno Scrigno è attiva anche in Germania, grazie alla nuova filiale di Francoforte, guidata da David Rodrigues Duarte, nel ruolo di managing director. L’apertura di Scrigno Deutschland GmbH rientra in una più ampia strategia di internazionalizzazione del gruppo. Guidata dall’amministratore delegato Maddalena Marchesini, Scrigno ha chiuso il 2018 con ricavi per 71,5 milioni di euro (+2,5% dal 2017) e un ebitda del 20%. Il 50% del fatturato è prodotto all’estero, in particolare da Spagna e Repubblica Ceca. I primi mesi del 2019 sono stati positivi e in linea col piano di sviluppo delineato nel 2018.

Fonte: BeBeez