All’avvio i corsi per “Tecnologo del calcestruzzo” promossi dall'Istituto Italiano per il Calcestruzzo

Con l’occasione dell’inaugurazione della “Accademia del Calcestruzzo” di Renate (MB), sono in partenza i corsi di formazione per “Tecnologo del Calcestruzzo” svolti dall’Istituto Italiano per il Calcestruzzo (IIC).

calcestruzzo-betoniera_700.jpg

Formazione professionale qualificata per chi si occupa di Tecnologia del Calcestruzzo

L’attività di formazione professionale qualificata è uno degli obiettivi principali dell’Istituto (IIC). Si ritiene infatti che per una soddisfacente gestione del presente e per saper cogliere le opportunità del futuro sia indispensabile investire nella formazione delle risorse umane affinché si acquisiscano le conoscenze e le competenze che rendono capaci di gestire adeguatamente i compiti affidati in un’ottica di sviluppo anche economico.

Con questa vision e con l’avviamento della Accademia del Calcestruzzo patrocinata dall’Ordine Nazionale degli Ingegneri, l’Istituto torna a proporre a partire dalla fine dell’anno 2019 i corsi per "Tecnologo del calcestruzzo" pensati e preparati proprio per incrementare la formazione di chi si occupa di tecnologia del calcestruzzo e per chi esercita la gestione delle centrali di betonaggio. Il corso sarà tenuto nei nuovi locali del’Istituto destinati alla formazione, che saranno inaugurati prossimamente a Renate.

accademia-del-calcestruzzo-iic.jpg

Questa necessità di preparazione e di conoscenza è dimostrata dalle richieste di formazione professionale provenienti dalle nostre Aziende clienti ma anche dalle richieste di consulenza e supporto tecnico che negli ultimi mesi l’Istituto ha ricevuto da parte di studi di progettazione”, dichiara il geom. Silvio Cocco, presidente dell’IIC. “E’ estremamente apprezzato il supporto richiesto all’Istituto per servizi di controllo del contratto tra l’impresa e il fornitore, di qualificazione del calcestruzzo che viene poi fornito al cantiere e di organizzazione di una verifica nel cantiere stesso, per controllare che le betoniere rispondano alle caratteristiche contrattuali stabilite. Un servizio di qualità che non è facile trovare in questo momento sul mercato italiano delle costruzioni”.

I corsi saranno strutturati su quattro moduli con differente valenza formativa.

Il primo riguarderà la formazione tecnico professionale di base del TECNOLOGO DEL CALCESTRUZZO. Oltre a questo, sono previsti altri tre corsi di specializzazione che riguarderanno la figura del TECNOLOGO CERTIFICATORE DEI MATERIALI E RESPONSABILE DELLA QUALITA’ (Impresa, Centrale di betonaggio, Cava, stabilimento di prefabbricazione) la figura del TECNOLOGO CERTIFICATORE (Enti di certificazione) ed infine la figura di TECNOLOGO GESTORE DI CENTRALE DI BETONAGGIO con utilizzo di un simulatore software predisposto per un utilizzo virtuale di un impianto, visto in tutte le fasi di lavorazione (dalla scelta ed accettazione delle materie prime, fino alla partenza dell’autobetoniera per il cantiere).

Come è strutturato il corso base IIC per Tecnologo del Calcestruzzo?

Obiettivo del corso base è fornire le competenze necessarie per la progettazione, preparazione e verifica delle caratteristiche e delle proprietà del calcestruzzo attraverso la conoscenza approfondita dei suoi componenti.

E’ un’attività formativa che orienta alla qualità e alla durabilità delle opere formando personale altamente qualificato e pronto a gestire tutti gli aspetti tecnici del calcestruzzo e delle sue applicazioni.

iic_corso-tecnologo-cls_5.jpg

Nel corso vengono trattati tutti gli argomenti che un tecnologo del calcestruzzo deve conoscere per:

  • prescrivere il calcestruzzo in fase di progetto;
  • controllare le materie prime e qualificare gli impianti di fornitura;
  • progettare il calcestruzzo sulla base delle prescrizioni;
  • controllare il calcestruzzo prima e durante la messa in opera;
  • attenersi alle leggi e normative vigenti.

Sono inoltre trattati e approfonditi tutti gli argomenti che riguardano la tecnologia di questo materiale e dei suoi costituenti, sia in forma teorica in aula che in forma pratica in laboratorio. Sono affrontati tutti i temi inerenti la qualifica dei materiali e degli impianti di estrazione, lavorazione e produzione. 

Vi è inoltre una sezione informatica nella quale si utilizzano software dedicati per il mix-design e per effettuare una esperienza pratica con simulatore a PC della gestione dell’impianto di produzione del calcestruzzo.

corso-tecnologo-calcestruzzo-iic.jpg

Sede e durata del corso

Il corso viene svolto presso la sede dell’Istituto a Renate (MB), per un totale di 40 ore (5 giorni) e sarà tenuto da docenti dell’Istituto stesso.

Lo svolgimento delle lezioni è strutturato in 4 giornate in cui 4 ore al mattino di insegnamento teorico e 4 ore al pomeriggio di prove pratiche in laboratorio.

La quarta giornata in particolare prevede visite istruttive in una centrale di preconfezionamento, una cava di estrazione aggregati ed una cementeria.

iic_corso-tecnologo-cls_1.jpg

In questo modo l’apprendimento risulta molto più efficace in quanto consente ai corsisti di applicare e contestualizzare quanto appreso a livello teorico fissandone in maniera indelebile tutti gli aspetti inerenti.

Al termine del corso, a seguito di un test di valutazione di apprendimento, ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di “Tecnologo del Calcestruzzo”.

I corsi saranno avviati al raggiungimento del numero minimo degli iscritti.

Come fare per iscriversi al corso base per Tecnologo del Calcestruzzo?

Per informazioni e maggiori dettagli contattare l'Istituto Italiano per il Calcestruzzo

Ing. Gian Luca Guerrini - iic-formazione@istic.it

T. + 39 0362 918516


La formazione dei tecnici parte dalla scuola superiore

L’Istituto Italiano per il Calcestruzzo è l’unico soggetto rimasto sul nostro Paese a offrire corsi di formazione così completi, per tecnici, tecnologi e operatori di impianto. Per anni ha svolto corsi di formazione anche per le scuole superiori (istituti per geometri e periti) attraverso i progetti di alternanza “scuola-lavoro” (che da quest’anno scolastico si chiameranno “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”), realizzati con i vicini istituti scolastici della Brianza e della provincia di Milano e che hanno permesso di formare fino a 350 studenti all’anno. Alcuni dei tecnici che attualmente sono operativi nei Laboratori dell’Istituto, vengono proprio da questi corsi professionalizzanti.

Anche per quest’anno scolastico appena avviato, sono previsti corsi in numerosi Istituti Superiori di Costruzioni Ambiente e Territorio (CAT – geometri).