Pavimenti-Web » Obiettivo sottofondi e massetti garantiti
Obiettivo sottofondi e massetti garantiti
Michele Acquaviva

Appunti dal I FORUM Nazionale Massetti e Pavimenti Continui, Rimini 5-6 maggio 2017

L’incontro ha voluto essere solo una brevissima presentazione dell’azienda Knopp, dei sistemi e della progettazione per la realizzazione di massetti cementizi, in anidrite, asciutti o fluidi.
In 15 minuti è impossibile raccontare 35 anni di lavoro, di evoluzione di prodotti e di soluzioni per i massetti.
La Knopp nasce nel 1981 ed ora ha 80 persone in Germania che giornalmente pensano, sviluppano, verificano e collaudano in opera sistemi per l’applicazione di massetti di supporto di varia natura e consistenza.
La sua gamma arriva ad avere più di 45 soluzioni per questo settore con l’intento di offrire il sistema più idoneo per la specifica richiesta del committente evitando la scelta commerciale di avere un solo prodotto che, modificandone la composizione, va a rispondere alle eventuali richieste.
Il fatto poi che i sistemi abbiano al loro interno un marcatore luminoso, è un’ulteriore garanzia che solo la Knopp offre al cliente finale per il controllo della presenza e dell’esatto impiego del sistema scelto.

Abbiamo voluto porre l’attenzione sul problema relativo alla possibilità di utilizzare sistemi alleggeriti fluidi schiumati con un contenuto di acqua poco più che stechiometrico, sul fatto che i sistemi Knopp sono idonei per interventi su strutture sensibili alla forte umidità, nonché la loro compatibilità con i sistemi bituminosi senza problemi di aggressione agli stessi; abbiamo inoltre rimarcato la possibilità che questi possano essere “riempiti” con aggregati leggeri quali polistirolo, argilla, perlite etc.. o addirittura con aggregati pesanti quali la sabbia.
Abbiamo evidenziato come la quantità e il tipo di legante sono importantissimi nell’applicazione del massetto di supporto, mostrando anche grafici e video in tal senso.
Ovviamente si è portato in evidenza la gamma dei sistemi per massetti Knopp Contopp specifici quali gli accelerati o coadiuvanti per il raggiungimento dell’essicazione e delle resistenze richieste.
Si è posta l’attenzione sul tipico errore di progettazione in base al quale viene sempre richiesta una resistenza a compressione (C), mentre, così come sono riportate da varie norme, per la progettazione, il calcolo e le verifiche dei valori di riferimento, si devono considerare le prestazioni alla flessione (F), ed abbiamo mostrato anche una tabella sinottica di calcolo.
Altro aspetto che abbiamo voluto considerare è che, se pur avendo scelto la soluzione idonea per i massetti di supporto ed essendosi avvalsi di artigiani professionisti e con macchinari all’avanguardia, non si sarebbe potuto agire sulle avverse condizioni atmosferiche che si sarebbero riversate sul massetto, anche in questo caso la Knopp, l’unica azienda, con le sue soluzioni per il freddo d’inverno, il vento di primavera e il cado dell’estate, può garantire ed assicurare una buona riuscita dell’intervento.
Ovviamente non potevamo esimerci dall'evidenziare che i nostri sistemi sono in CLASSE A+ e sono presenti nell’unico portale indipendente (DGNB) che analizza e promuove i prodotti Eco-biocompatibili.
Abbiamo infine ricordato che solo una azienda Leader è in grado di soddisfare ogni tipo di richiesta, altrimenti si potrà sempre richiedere un intervento divino da parte di San Patroclo che si festeggia il 9 dicembre.

Di seguito il link ad una delle innumerevoli soluzioni per sottofondi presenti nella vasta gamma Knopp: Caldic – Knopp, tecnologia e innovazione per sottofondi alleggeriti 

 vai al sito di CALDIC Italia

Articolo letto: 428 volte